Laboratori RealizzARTI

Il progetto RealizzARTI

L’Associazione Il Tulipano Bianco promuove il progetto RealizzARTI, Laboratori per persone con disabilità in collaborazione con la Cooperativa Oltre.

I laboratori offerti si configurano come un servizio del tempo libero, che restituisca a questo tempo il suo giusto valore: motricità, musica e teatro come attività che possano primariamente mantenere vivo e presente nella vita della persona disabile tutto ciò che viene identificato come significativo di se stesso. Accanto a questo scopo principale, c’è l’importante obiettivo del mantenimento delle abilità già possedute e lo sviluppo delle capacità potenziali. In ultimo, ma non meno importante, un modo di offrire un tempo di sollievo alle famiglie.

I laboratori non sono solo rivolti all’utenza nel senso stretto. Forte è la convinzione che il territorio e tutta la comunità sociale debbano e possano beneficiare di un processo di integrazione sano.

Questo perché solo quando una comunità sociale si rende capace di comunicare e vivere insieme alle persone con diverse abilità, questa società può dirsi compiuta, altrimenti nella sua ipotesi di iperefficientismo e omologazione rischia di perdere la complessità della propria realtà e dis-integrarsi.

I laboratori, interamente finanziati da Il Tulipano Bianco, sono offerti gratuitamente. L’obiettivo generale, al di là delle peculiarità di ciascuna attività, è promuovere l’inclusione sociale delle persone disabili. In questo senso la scelta del luogo, la Città dell’Altra Economia a Testaccio, assume un forte significato e non è affatto casuale. La Città dell’Altra Economia è infatti sede di numerosi eventi e iniziative che coinvolgono un pubblico estremamente eterogeneo.

I partecipanti ai laboratori, pur avendo degli spazi attrezzati per le loro specifiche esigenze, saranno cittadini di una realtà che permetterà loro di avere un’esperienza di reale interazione, arricchendo con la loro stessa presenza gli spazi dell’ex mattatoio.

Ciascun laboratorio vede presenti un conduttore maestro d’arte, esperto della materia, e n. 2 educatori, della Cooperativa Oltre.

Il progetto beneficia del patrocinio del Municipio I Roma Centro, e si svolge in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Sociali e dei Servizi alla Persona. I servizi sociali del territorio si sono occupati di presentare le attività agli utenti in carico al Municipio, partecipando così alla formazione dei diversi gruppi.

scarica la scheda tecnica del progetto

Musica, Teatro, Movimento: i laboratori offerti

Laboratorio musicale OBIETTIVI: socializzazione attraverso la musica, miglioramento delle capacità attentive, mnemoniche, dell’espressione di sé, della relazione con gli altri. ​A conclusione del percorso, verrà proposto uno spettacolo per cui è prevista la realizzazione di “scenografie sonore”, e sarà un momento di integrazione con il laboratorio di teatro.

Laboratorio teatrale OBIETTIVI: valorizzazione delle capacità e potenzialità non espresse nel contesto della socializzazione quotidiana. La tematizzazione dell’esperienza personale e l’espressione consapevole di contenuti personali avviene attraverso il contatto con le proprie emozioni e sentimenti. L’uso dei propri canali espressivi viene amplificato dall’utilizzazione di strumenti musicali e dal movimento corporeo che essi richiedono.

Laboratorio motricità OBIETTIVI: crescita, sviluppo e mantenimento delle funzioni motorie, sviluppo delle capacità emotive e cognitive, conoscenza sempre migliore di sé al fine di acquisire competenze trasferibili in ambiti differenti. ​Attraverso la pratica sportiva, la persona disabile, al pari di tutti gli altri, ha la possibilità di migliorare la propria coordinazione, la forza, la resistenza, la velocità, di perfezionare le proprie abilità, di allenare la propria volontà e di imparare a superare la fatica. Da un punto di vista psico-sociale, la pratica sportiva favorisce la socializzazione, sprona all’impegno, stimola il coraggio, promuove la lealtà e incentiva la comunicazione interpersonale e la collaborazione.

Dove potete trovarci – La Città dell’Altra Economia

I laboratori si svolgono all’interno dello splendido complesso chiamato “La Città dell’Altra Economia” nel cuore di Roma zona Testaccio, all’interno del Campo Boario dell’ex Mattatoio.

Negli antichi spazi restaurati del Campo Boario di Testaccio, 3.500 metri quadrati di eventi e incontri per la promozione dell’altra economia: agricoltura biologica e sociale, commercio equo e solidale, energie rinnovabili e bioedilizia, riuso e riciclo, mobilità sostenibile, ma anche una libreria e una ludoteca, un biobar e un bioristorante.

Un luogo per promuovere una cittadinanza consapevole. La Città dell’Altra Economia è uno dei primi spazi in Europa interamente dedicato a quelle pratiche economiche che si caratterizzano per l’utilizzo di processi a basso impatto ambientale, che garantiscono un’equa distribuzione del valore, che non perseguono il profitto e la crescita a ogni costo e che mettono al centro le persone e l’ambiente. La Città nasce come luogo di promozione di tutta l’altra economia romana, offrendo alle realtà del settore spazi espositivi, luoghi di incontro, formazione, ricerca e sviluppo.

Conferenza Stampa

Il 24 gennaio 2017 si è tenuta, nella Sala “Renato Biagetti” della Città dell’Altra Economia, la conferenza stampa di presentazione di RealizzARTI – laboratori per persone con disabilità.

Alla conferenza stampa sono intervenuti Francesco Giordani (Presidente dell’Associazione Il Tulipano Bianco), Sabrina Alfonsi (Presidente del Primo Municipio), Emiliano Monteverde (Assessore alle Politiche Sociale e dei servizi alla Persona), Mara Ialungo (Coop Oltre ONLUS) e Andrea Ferrante (Presidente del Consorzio Città dell’Altra Economia – CAE).

Proprio Andrea Ferrante ha aperto la conferenza stampa sottolineando il significato della scelta della Città dell’Altra Economia come sede dei laboratori.

“Questo luogo è un laboratorio di pratiche volte alla costruzione del più importante dei diritti: il diritto al futuro per tutte le persone. Qui si realizza una reale e reciproca integrazione”.

“Progetti come RealizzARTI sono per noi un valore ineludibile della vita civile” ha dichiarato nel suo discorso il presidente dell’Associazione Francesco Giordani.

“Siamo stati particolarmente felici di patrocinare ed offrire la nostra collaborazione per la realizzazione di questo Progetto, che rappresenta un altro esempio del grande lavoro in rete che in questi anni abbiamo portato avanti nel nostro territorio, con particolare riferimento a progetti rivolti alla parte più fragile della popolazione” ha dichiarato Sabrina Alfonsi, la Presidente del Primo Municipio.

“Siamo infatti assolutamente convinti che, in periodi come questo caratterizzati dalla scarsità di risorse, soltanto grazie alla stretta collaborazione con le numerose realtà del volontariato, dell’associazionismo e della cooperazione che costituiscono un tessuto di solidarietà assai prezioso per la nostra città, le istituzioni possano perseguire obiettivi significativi nel settore dei servizi alla persona”.

“Si tratta di laboratori di musica, teatro e attività motoria a favore di persone con disabilità, messi a disposizione di almeno 40 famiglie per la durata di un anno, organizzati in moduli di 3 ore così da andare incontro anche alle esigenze organizzative delle famiglie” commenta Emiliano Monteverde, l’Assessore alle Politiche Sociali del Primo Municipio. “È stata nostra cura informare di questa possibilità tutti i nostri utenti, e le attività entreranno a far parte del pacchetto di servizi offerti alle famiglie dei ragazzi disabili”.